News

COVID-19 E PROTEZIONE DEI DATI

Adeguamento Privacy GDPR

IL GARANTE PRIVACY RISPONDE AI QUESITI SU VACCINAZIONE ANTI COVID-19 E LUOGHI DI LAVORO

FONTE VERIFICATA: GPDP – Garante per la Protezione dei Dati Personali

Il Garante per la Privacy scioglie i dubbi riguardo le richieste lecite e non lecite che i datori di lavoro potrebbero rivolgere ai propri dipendenti, nel contesto attuale di emergenza pandemica e avvio della fase di vaccinazione contro il Coronavirus.

Il Garante ha infatti esposto le linee guida che imprese ed enti pubblici e privati devono seguire, attenendosi alla legislazione in tema di privacy per non incorrere in eventuali atti illeciti e conseguenti sanzioni.

Sono tre i punti principali focalizzati dal Garante:

Il datore di lavoro non può chiedere ai propri dipendenti informazioni circa la loro vaccinazione, nemmeno tramite il consenso del dipendente. Ciò non è consentito dalla disciplina in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro né dalle disposizioni sull’emergenza sanitaria.
 Il datore di lavoro non può reperire i nominativi dei propri dipendenti vaccinati nemmeno tramite il medico competente. Quest’ultimo può invece acquisire tale informazione nell’ambito della sorveglianza sanitaria e in sede di verifica dell’idoneità a determinate mansioni.
 La vaccinazione anti Covid-19 non è obbligatoria è non rappresenta un requisito per l’idoneità lavorativa. Tuttavia, in contesti particolarmente a rischio, come quelli sanitari, il vaccino rappresenta un importante mezzo di prevenzione del contagio sia per il personale che per i pazienti, ma non essendoci attualmente disposizioni più specifiche per questo caso, si applicano le “misure speciali di protezione” previste per taluni ambienti lavorativi (art. 279 nell’ambito del Titolo X del d.lgs. n. 81/2008). Anche in questo caso, rimane il medico competente l’unica figura che può trattare i dati personali relativi alla vaccinazione e che detiene tali dati per la valutazione all’idoneità a svolgere determinate mansioni.

Trattamento di dati relativi alla vaccinazione anti-Covid 19 nel contesto lavorativo (.pdf 322 kb)

ALTRI ARTICOLI SU QUESTO ARGOMENTO:

Servizio di Consulenza

Vai alla pagina del Servizio di Consulenza Beet.it S.r.l. dedicato alla compliance aziendale al GDPR.

Scroll Up